class="single single-post postid-3957 single-format-standard cookies-not-set wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1 vc_responsive" >

Batterie al sodio: la rivoluzione del mercato automobilistico

Batterie al sodio: la rivoluzione del mercato automobilistico

Le Batterie al sodio, decisamente più performanti e convenienti rispetto a quelle al litio, stanno per rivoluzionare per sempre il mercato automobilistico.

La crescita esponenziale della diffusione dei modelli di auto elettrica rende indispensabile che le batterie si evolvano anch’esse aumentando le proprie capacità e diminuendo i tempi di ricarica. Nel breve futuro, quindi, i produttori di accumulatori si ritroveranno a ricoprire un ruolo estremamente rilevante nel mercato delle auto.

In previsione di ciò, l’Università di Stanford ha approntato un nuovo progetto che prelude la produzione su larga scala di batterie al sodio. Secondo le ricerche della prestigiosa università americana, questo nuovo sistema sarà capace di fornire non solo delle prestazioni decisamente più performanti  in confronto alle batterie al litio, attualmente le più diffuse sul mercato, ma anche di ridurre considerevolmente i costi di produzione fino all’80%.

Non si tratta del primo studio che segue il nuovo trend di mercato, di recente infatti molti enti pubblici si sono mossi nella direzione della ricerca di sistemi alternativi per l’immagazzinamento dell’energia. L’Università di Oxford  a tal proposito ha sviluppato un progetto di batterie al carbonio che pur  non avendo  le stesse capacità di accumulo energia delle attuali batterie a litio, presentano dei tempi di ricarica molto più veloci: appena cinque minuti.  Visti i risultati più che soddisfacenti, la startup inglese Zap&Go ha preso in licenza il progetto dell’università inglese, ed ha dato forma alle nuove batterie agli ioni di carbonio che entreranno ufficialmente in produzione nel 2018.

Il progetto dell’Università di Stanford, invece, si basa sull’utilizzo di catodi al sodio uniti ad anodi al fosforo: grazie a questo i costi delle materie prime sono stati considerevolmente abbattuti, ed è in programma con le successive evoluzioni del sistema di riuscire ad eguagliare, se non a superare,  le capacità di carica delle batterie al litio. Allo stato attuale i ricercatori stanno sottoponendo le batterie al sodio a test in diverse condizioni, così da verificare le varie reazioni; non sono ancora però stati resi ufficiali  i dati che concernono la densità di carica in rapporto al volume. Un dettaglio non poco rilevante che potrebbe decretare il successo della reale applicazione sulle vetture e quindi la diffusione sul mercato automobilistico.

Categories: ,