class="single single-post postid-2582 single-format-standard cookies-not-set wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1 vc_responsive" >

Perché effettuare il check up invernale dell’auto

Perché effettuare il check up invernale dell’auto

Muoversi in auto è una grande comodità alla quale siamo abituati e a cui non rinunceremmo mai, ma se vogliamo viaggiare in sicurezza dobbiamo eseguire con regolarità i dovuti check up stagionali. Solo in questo modo, infatti, possiamo essere aggiornati sullo stato generale del nostro veicolo e correre eventualmente ai ripari nel caso in cui riscontrassimo problemi o anomalie.

Ciò è vero soprattutto in inverno perché, quando arriva il freddo intenso, le auto sono messe a dura prova e possono subire danni gravi che pregiudicano il loro corretto funzionamento.

Pronti per il freddo? Ecco 5 consigli utili

1) In inverno la prima cosa da fare è quella di utilizzare un liquido antigelo per scongiurare la formazione di ghiaccio ed effettuare un cambio d’olio per massimizzare il funzionamento del motore.

Anche la batteria va controllata spesso perché, sebbene la sua durata massima si aggiri intorno ai cinque anni, il freddo è per lei un duro nemico che ne diminuisce l’efficienza e può provocare un blocco dell’auto (nei luoghi molto freddi capita spesso di svegliarsi al mattino e di non riuscire a mettere in moto la vettura a causa di un eccessivo raffreddamento della batteria).

2) Il secondo elemento che non va assolutamente trascurato è il battistrada degli pneumatici, che a causa delle forti piogge invernali può essere soggetto ad usura. A tal proposito, ricordiamo che la profondità della superficie di aderenza non deve mai scendere sotto i 1.6 millimetri previsti dalla legge, anche se per una maggiore sicurezza in strada è consigliabile mantenersi su livelli maggiori.

3) Non è da sottovalutare l’impatto che il ghiaccio ha sul parabrezza perché una rottura o una scorretta pulizia del vetro mette in discussione l’intera visibilità del veicolo. L’errore più comune che si commette quando si cerca di eliminare gli strati di ghiaccio dal parabrezza è quello di utilizzare l’acqua calda, perché in questo modo si rischia di creare delle crepe causate dal forte sbalzo di temperatura. Molto meglio, allora, usare uno spray antighiaccio o un raschietto di plastica.

4) Anche i tergicristalli vanno visionati ed eventualmente sostituiti perché, se è vero che in estate si usano molto poco, in inverno la loro funzione è essenziale per garantire una buona visibilità anche con la pioggia. A tal proposito è fondamentale che le spazzole anteriori e posteriori aderiscano perfettamente al vetro in ogni punto.

5) In inverno le condizioni di visibilità subiscono un calo significativo a causa del minore numero di ore di luce, della pioggia e della nebbia fitta. Pertanto, quando inizia la stagione fredda, è necessario fare un controllo ai fanali e in particolare ai fendinebbia e alle luci anteriori e posteriori, per assicurarsi che tutto funzioni regolarmente.

Oltre a quelli indicati, è consigliabile effettuare anche controlli generali durante tutto l’anno, ricordandosi che richiedono un occhio di riguardo gli Ammortizzatori e i freni, perché entrambi costituiscono un elemento chiave per la sicurezza di chi viaggia in auto.

Categories: